Salerno

Città costiera di origine antica, con un apparato produttivo molto dinamico e differenziato, in cui convivono attività tradizionali, quali l'agricoltura e la pesca, un'industria fiorente e un vivace terziario.
La parte moderna dell'abitato si distende lungo la costa bassa e sabbiosa, risalendo poi le pendici delle colline retrostanti fino al nucleo più antico, dominato dalle rovine del castello, da cui si gode un panorama incantevole.
La vicenda storica della città dall'età romana all'ultimo dopoguerra è resa tangibile dalla distribuzione delle case in tre complessi di epoche diverse. Il territorio comunale, classificato collinare, è delimitato ad oriente da un anfiteatro di rilevi, coperti di lussureggianti pinete miste a latifoglie.

Il Portale

Il portale dedicato ai negozi di Salerno che consente di navigare per le strade della città grazie alle foto immersive ed entrare negli esercizi commerciali attraverso percorsi interattivi. Promozioni, eventi, offerte, pubblicati dagli stessi esercenti; forum tematici; coupon, brochure da scaricare e tanto altro, rappresentano l'insieme dei servizi di cui è possibile fruire su un sito affascinante e suggestivo.

Clicca sul logo e ti immergerai in un mondo tridimensionale che ti catturerà.

 

La Città di Salerno

Sovrastata dal Castello longobardo di Arechi e affacciata su un golfo incantevole, Salerno è una città dalle grandi potenzialità, benché fuori dai circuiti turistici tradizionali. Il suo affascinante centro storico, la buona cucina e la vicinanza a quella meraviglia naturale che è la costiera amalfitana, ma anche all'area archeologica di Paestum e al Cilento, sono i punti di forza di una città che costituisce un piacevole luogo dove fare base per la scoperta della Campania meridionale.

Itinerari turistici a Salerno

Vestigia del passato e buona tavola salernitana

Salerno porta i segni delle numerose dominazioni cui è stata soggetta nei secoli. Questo è il suo fascino, che non si tarderà a scoprire inoltrandosi per le vie del centro storico. Di origine longobarda, posta alle pendici della collina, ha il suo baricentro nel Duomo romanico (Cattedrale metropolitana santa Maria degli Angeli e di San Matteo Apostolo), splendido esempio di architettura arabo-normanna costruito nel 1084 e la cui cripta custodirebbe le spoglie dell'evangelista. Intorno al duomo si sviluppano i rioni. Tutto il centro storico, attraversato dalla via dei Mercanti, è stato recuperato a partire dallo scorso decennio e rappresenta oggi un ambiente vivace, pieno di botteghe e locali, che ne fanno l'animato fulcro della vita notturna in città. Non lontano, ospitato nella chiesa di San Gregorio (sec. XI), il museo virtuale della Scuola Medica Salernitana, dedicato alla più antica istituzione medica europea che nel Medioevo ebbe sede proprio a Salerno.
Alcune delle pietanze più tipiche: la milza imbottita di prezzemolo, menta e peperoncino e cotta nell'aceto (per palati forti!) e la parmigiana di melanzane n'dorata e fritta. Tra i dolci, la scazzetta del cardinale: pan di spagna farcito con crema e fragoline di bosco e ricoperto da una rossa glassa alla fragola (che ricorda appunto il copricapo cardinalizio) e sua maestà la mozzarella di bufala, che nella provincia di Salerno trova una delle sue principali zone di produzione. Negli ultimi anni, grazie alla lungimiranza dell'Amministrazione Comunale, nel periodo natalizio, Salerno si addobba con le Luci d'Artista che attraggono centinaia di migliaia da tutta Italia e non.

Il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano

Nella parte meridionale della provincia di Salerno si trova il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, un'importante area protetta inserita dall'Unesco nella Rete mondiale di riserve di biosfera. All'interno del parco, secondo in Italia per estensione, convivono paesaggi diversi che spaziano dalle coste ai dolci uliveti collinari e da cime come quella di Cervati e di Alburni fino alle grotte carsiche (ne sono esempi quelle di Castelcivita, abitate già nel Paleolitico inferiore, e quelle di Pertosa).
Sul territorio sono diffuse molte aree archeologiche, tra cui quella di Velia, sede nell'antichità di un'importante scuola filosofica, e quella di Paestum. A Paestum si possono ammirare tre templi dorici e le altre vestigia di quella che fu un'importante colonia greca (i resti sono, in parte, conservati all'interno del Museo Archeologico Nazionale).
Il Cilento offre la possibilità di trascorrere una vacanza a contatto con la natura, a partire proprio dal mare, su cui affacciano località turistiche come Palinuro. Innumerevoli le possibilità di escursione all'interno del parco, grazie ai sentieri sul Monte Pittari, in Valle Soprana, alle sorgenti del Sammaro o nella Valle delle orchidee. Infine, nel Vallo Di Diano, la magnifica Certosa di San Lorenzo di Padula, di origine trecentesca.